«

»

dic
17

Educazione alla salute con l’esperienza motoria del Nordic Walking – Elementi di biomeccanica

Martedì 10 dicembre presso “il parco del Mulino” a Livorno si è tenuto il primo corso di “Educazione Continua in Medicina” (E.C.M.) finalizzato all’inserimento della disciplina del Nordic Walking nel novero delle attività finalizzate all’educazione sanitaria, alla prevenzione primaria e secondaria ed alla promozione dell’esercizio fisico “salutistico” elettivo per la popolazione.  L’evento è stato ottimamente organizzato dalla “Scuola Infermieristica Cecchetto ed Associati” ed ha distribuito 11 crediti E.C.M. ai 20 convenuti, ripartiti tra infermieri e fisioterapisti. Dopo una breve introduzione di Luca Cecchetto, titolare della Scuola e istruttore di Nordic Walking della Scuola Italiana di Moretti e Dellasega, ha preso la parola il formatore Giovanni Frangi (maestro della S.I.N.W.), incaricato di percorrere l’itinerario che ha portato il Nordic Walking dalla sua origine, come termine codificato da Marco Kantaneva (1997) alla nascita della nostra Scuola Italiana (2008), all’odierna notorietà con contenuti e livelli di specializzazione sempre più alti.  La didattica è stata sviluppata sia a livello teorico sia pratico: il master trainer S.I.N.W. Alessandro Pezzatini, chinesiologo ed ex atleta marciatore, ha reso disponibili in modo lineare le evidenze biomeccaniche specifiche che caratterizzano e differenziano questa disciplina da tutte le altre attività fisiche di base. La sua esposizione è stata divisa in due parti, la seconda delle quali ha finalizzato il lavoro pratico svolto dai convenuti sotto la guida del maestro Frangi e di altri istruttori S.I.N.W: Silvia Salvatori, Giovanni Salvatori, Andrea Sassano, Rossella Pardelli, Laura Ulivieri. L’interazione con i corsisti è stata proficua ed abbondante, ed in molti casi è stata possibile la correlazione diretta per un possibile inserimento di protocolli dedicati nelle varie situazioni proposte. Gli adempimenti E.C.M. ed il gradimento del corso sono risultati lusinghieri per gli organizzatori che si ripromettono di proporne a breve una seconda sessione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!